Termovalorizzatore



Nella sede di Atessa (CH), in Val di Sangro, l’Azienda gestisce un impianto di termovalorizzazione per lo smaltimento finale dei rifiuti sanitari e non, con recupero energetico (D10), autorizzato dalla Regione Abruzzo, con A.I.A. n°10/11 del 16.12.2011 e n. 4/13 del 29/03/2013; temporaneamente inattivo, in attesa di revamping.

Il termovalorizzatore è un impianto complesso, composto da:
- sistema automatico di traporto ed alimentazione del rifiuto;
- forno a tamburo rotante in equicorrente per la termodistruzione del rifiuto, completo di scarico automatico delle scorie;
- camera di postcombustione;
- sezione DeNOx con immissione di urea in soluzione acquosa ;
- caldaia a recupero ad olio diatermico;
- depurazione e trattamento fumi  a secco con immissione di bicarbonato e carbone attivo;
- filtro a maniche;
- Impianto turbina a vapore per la produzione di energia elettrica;
- PLC di supervisione, controllo e regolazione del processo;

La tecnologia di combustione è a tamburo rotante in equicorrente idonea alla termodistruzione di rifiuti eterogenei e ad alto potere calorifico.
Essa permette un rivoltamento continuo ed un’omogeneizzazione dei rifiuti alimentati e una combustione particolarmente efficace.
Infine consente la regolazione del tempo di scorificazione del rifiuto e realizza le condizioni ottimali per la termodistruzione delle eventuali frazioni liquide presenti nel rifiuto e l’eliminazione di eventuali colaticci.
La sezione di recupero energetico è strutturata per recuperare l'energia termica conenuta nel fumi di combustione, raffreddandoli in appositi scambiatori ad olio diatermico e utilizzando l'olio diatermico  ad alta temperatura come fluido vettore per la produzione di vapore da far espandere in turbina con generazione di energia elettrica.

L'impianto è attrezzato e gestito in modo tale che i gas prodotti dall'incenerimento dei rifiuti siano portati, all'uscita della camera di postcombustione,  ad una temperatura di almeno 850 °C, per almeno 2 secondi. Durante l'esercizio dell'impianto vengono controllati e registrati nonchè condivisi in continuo con  l' Arta  Abruzzo Dip. Provinciale di Chieti:

- Le emissioni in atmosfera delle sostanze soggette ai limiti stabiliti in  A.I.A n°72/108 del 21/11/2008 e monitorate in continuo
- Temperatura di postcombustione